Prendersi cura di pentole e padelle in acciaio inossidabile

L’ acciaio inossidabile è un materiale favoloso per l’uso in cucina : è resistente, sano, perfetto per cotture ad alta temperatura e pochi requisiti durante le operazioni di manutenzione.

Possiamo trovare sia utensili da cucina in acciaio inossidabile (pentole, padelle, piatti…) che accessori (pinze, spatole, mestoli, coltelli…). In tutti i casi, l’acciaio inossidabile dei marchi noti è acciaio di alta qualità, spesso chiamato anche acciaio chirurgico . 

Questi utensili possono durare per molti anni in cucina. Secondo me ci sono solo due inconvenienti con loro:

  1. Bisogna abituarsi a cucinarci dentro, perché è facile che il cibo si attacchi . In tal senso vi invito a vedere i consigli che diamo nel post che abbiamo realizzato per imparare ad utilizzare le pentole in acciaio inox .
  2. Sebbene uno dei vantaggi sia che non arrugginiscono e sono di facile manutenzione, se utilizzati in modo improprio possono presentare alcuni problemi di pulizia di difficile soluzione (sebbene le possibili macchie che possono apparire non ne impediscano affatto il corretto funzionamento. ).

Precauzioni quando si utilizzano utensili in acciaio inossidabile

  • Prima dell’uso, rimuovere tutte le etichette e lavare con una spugna in acqua calda e sapone per rimuovere lo sporco che potrebbe provenire dalla fabbrica.
  • Quando riscaldi la pentola o la padella che utilizzerai, assicurati che la fiamma o il disco del vitro o dell’induzione non sia più grande della base dell’utensile.
  • Non lasciare utensili vuoti su una fonte di calore (a meno che non sia necessario riscaldarla per alcuni secondi prima di aggiungere l’olio).
  • Quando togli la casseruola, la pentola o la padella dal fuoco, assicurati di lasciarla su una superficie adatta.
  • Se dovete aggiungere sale, scioglietelo sempre in acqua bollente: aggiungetelo quando l’acqua è calda e mescolate, per fare in modo che non si depositi sul fondo. Se non si scioglie bene, potrebbe lasciare una macchia biancastra sul fondo.
  • Evitare di lasciare il cibo nelle padelle e nelle pentole per lungo tempo, perché il sale che incorporano potrebbe lasciare macchie.
  • Se è ancora caldo, non mettere l’utensile a diretto contatto con acqua fredda per evitare deformazioni.
  • Evitare di pulirli con una paglietta, per evitare graffi sulla superficie (sebbene, se presenti, non ne pregiudicano il corretto funzionamento).
  • Si lavano perfettamente in lavastoviglie, non arrugginiscono. Anche se il lavaggio con una spugna è sempre consigliato per mantenere la sua lucentezza originale.
  • Cerca di pulire pentole, padelle e pentole subito dopo l’uso, per assicurarti che i resti di acqua e cibo non lascino macchie.
  • Idealmente, asciugare gli utensili dopo la pulizia (altrimenti, tracce d’acqua possono causare macchie di calcare).

Come pulire le macchie dall’acciaio inossidabile

Rimuovere alcune di quelle macchie non è facile. Ma possiamo provare alcuni dei seguenti consigli:

  1. In caso di cibo incrostato , lasciate l’utensile in ammollo in acqua calda con detersivo per piatti per diverse ore, vedrete come dopo quel tempo potrete rimuovere facilmente i resti con una spugna e sapone. Puoi anche usare l’acqua calda con l’aceto.
  2. In caso di cibo molto incrostato , trascorso il tempo di ammollo si può usare una spazzola per pulire i piatti o una spugna più dura. Evitare l’uso di pagliette per evitare graffi sulla superficie.
  3. In caso di macchie causate dall’amido lasciate da alcuni alimenti durante la cottura, come pasta o riso, potete rimuoverle facilmente con una spugna e sapone, oppure con un panno imbevuto di succo di limone o aceto.
  4. È facile che le macchie d’acqua rimangano , causate dalla calce e da altri minerali che l’acqua incorpora. Puoi rimuoverli con un po’ di bicarbonato: aggiungi un po’ di bicarbonato, strofinalo con un panno umido, risciacqua e asciuga subito. Puoi anche pulirli con un po’ di aceto e un panno morbido.
  5. Il sale è uno dei principali motivi per cui le macchie compaiono sull’acciaio inossidabile e rimuoverle non è affatto facile, perché è abrasivo e potrebbe essere penetrato in profondità nell’acciaio (nonostante continui a funzionare correttamente). Puoi provare a rimuovere quelle macchie di sale bianco con l’aceto. Se non escono, prova a fare una pasta di bicarbonato di sodio: con la padella o la pentola asciutta, metti una generosa quantità di bicarbonato di sodio sul fondo e aggiungi un po’ d’acqua per creare una pasta. Lasciare in posa qualche minuto e strofinare con un panno asciutto o una spugna.
  6. In caso di bruciature , puoi rimuoverle con del bicarbonato di sodio come avrai visto nel punto precedente, facendo una pasta. Quindi strofinare con una spugna umida e risciacquare abbondantemente. Se quelle bruciature sono sul fondo della pentola o della padella, puoi anche provare il succo di pomodoro, poiché la sua naturale acidità può aiutare ad eliminarle. In questo caso mettete il succo di pomodoro nell’utensile e mettetelo sul fuoco, facendolo rosolare per qualche lungo minuto. Successivamente sciacquare normalmente con acqua e sapone.
  7. Per rimuovere le impronte dall’esterno di pentole e pentole , utilizzare un panno con detergente per vetri, oppure è possibile utilizzare anche un detergente per acciaio inossidabile (non utilizzarlo all’interno dell’utensile, o se lo si fa assicurarsi di risciacquarlo bene in seguito ).